Area media - Costruire con passione e lungimiranza: intervista al Gruppo Girelli Costruzioni

Il fondatore del gruppo girelli Costruzioni, impresa edile nata nel bresciano nella seconda metà degli anni settanta, è Sergio Girelli, un imprenditore attento e capace che si è creato una nomea nel settore dell’edilizia grazie alla sua dedizione al lavoro e alla sua visione sempre aggiornata e coraggiosa. Questa attività ha infatti saputo tenersi al passo con i tempi, con i cambiamenti e con le evoluzioni sia tecniche che dei materiali. La sede dell’impresa è oggi in una palazzina a Roncadelle che ospita gli uffici e il magazzino. Negli ultimi anni sta avvenendo un passaggio generazionale e Sergio Girelli sta lasciando sempre più spazio alla figlia Arianna nella gestione e nell’amministrazione del gruppo.

La vostra impresa nasce negli anni 70. Cosa è cambiato da allora?

Dagli anni Settanta sono cambiate molte cose, dovute sostanzialmente alle diverse esigenze dei clienti, delle famiglie, ma anche per le differenti modalità di lavoro delle imprese nelle costruzioni. Abbiamo attraversato vari momenti socio-economici e l’andamento del mercato immobiliare ne ha risentito in maniera rilevante, passando da picchi molto alti a, purtroppo, punte molto basse. Basti pensare alla differenza tra il boom di richieste degli anni ottanta fino ad arrivare alla forte crisi economico-finanziaria che stiamo vivendo negli ultimi anni. Tutti questi elementi hanno portato costantemente a un ripensamento del lavoro, necessario per poter stare al passo coi tempi.

Quindi la differenza più significativa non è solo nella metodologia di lavoro?

Naturalmente. Il modo di costruire della nostra impresa durante gli anni si è evoluto sul piano tecnico grazie a un aggiornamento dei materiali, delle attrezzature impiegate e naturalmente anche degli impianti allestiti nei cantieri di lavoro. Anche la ricerca è stata gestita diversamente e ha assunto un ruolo sempre più centrale: oggi non è pensabile ignorare alcuni aspetti o non aggiornarsi, i clienti sono più informati e non ci si possono permettere passi falsi. Un altro fondamentale aspetto da
non trascurare è l’attenzione ai budget: per poter essere fedeli alle esigenze sempre più complesse dei committenti, il monitoraggio delle spese, connesso anche al tipo di materiale impiegato e all’investimento proposto, non può essere trascurato.

Se l’attenzione ai materiali oggi è una parte fondamentale del lavoro, quali sono i più innovativi?

Oggi come oggi la conformità antisismica ha assunto uno dei ruoli cardine sia nelle costruzioni ex novo che negli interventi di ristrutturazione o manutenzione, soprattutto per il recente aggiornamento normativo. Chiaro che deve essere alta anche l’attenzione nei confronti dei materiali utilizzati per ottimizzare i consumi energetici e per migliorare l’impatto acustico, affinché l’immobile possa dimostrarsi completo e pienamente vivibile ma allo stesso tempo competitivo sul mercato. Infine si rivela sempre più importante la cura di tutti i dettagli anche nella fase progettuale, per cui la scelta delle finiture come pavimenti, rivestimenti, serramenti deve avvenire attraverso fornitori di fiducia che si rivelino all’avanguardia nelle proposte, qualitativamente elevati e competitivi sul mercato.

Il Gruppo Girelli si occupa di tutto ciò che riguarda l’edilizia, dalla costruzione ex novo al recupero di immobili, civili e industriali. Quale settore sta facendo da traino in questo momento?

È difficile oggi dire quale sia il settore trainante tra la costruzione e la ristrutturazione. Dati alla mano, la domanda nel settore dell’edilizia residenziale per immobili di nuova costruzione è in aumento, con esigenze sempre più personalizzate ed elaborate. Lo stesso fenomeno sta crescendo anche nel settore commerciale e industriale da parte di imprese in espansione o in crescita, che necessitano di sedi differenti e che spesso presentano esigenze costruttive in totale distacco dalle scelte del passato.